Introduzione - Saggio medio del profitto e prezzo di produzione PDF Stampa E-mail
Scritto da Spohn   
Venerdì 20 Maggio 2016 15:18

banchiereAbbiamo deciso di ripubblicare l’articolo Saggio medio del profitto e prezzo di produzione perché in esso, al di là delle più recenti modificazioni capitalistiche e degli avvenimenti, spesso dolenti, della storia mondiale, l’analisi ivi espressa sulla «formazione del saggio medio di profitto in relazione al processo di formazione dei prezzi» resta più che valida, anzi, diremmo, operante: in primis tale articolo, edito sul numero 5 della IV serie della rivista «Prometeo» (settembre 1981), riproponendo la posizione di Marx con estrema esattezza e puntualità, funge da lettura propedeutica per chiunque volesse tentare una comprensione storica dei fenomeni della «concentrazione dei mezzi di produzione», «del fenomeno della caduta tendenziale del saggio di profitto», e di quella che, circa trenta anni fa, era già la «crescente espansione del dominio parassitario del capitale finanziario».

In contrasto con le tesi degli economisti liberali e dei corifei del capitale, i quali volevano utilizzare il terzo libro del Capitale per sminuire la teoria del valore-lavoro, i «rilievi critici» di Marx a Ricardo vengono riproposti in Saggio medio del profitto e prezzo di produzione per ribadire con chiarezza come la «formazione di un saggio del profitto implica che i prezzi delle merci differiscano dai loro valori». Un assunto di primaria importanza se si vuole concepire, con Marx, la realtà economica odierna, in cui la «forza imperialistica», esercitata da ognuno dei vari centri di potere della borghesia mondiale, viene utilizzata al fine di incidere sulla «ripartizione» del «plusvalore complessivo», cioè mondiale.

Leggi tutto/Read more...
 
L’economia mondiale nel vortice della crisi. PDF Stampa E-mail
Scritto da Lorenzo Procopio   
Mercoledì 23 Marzo 2016 15:32

Bombe_economicheMentre il governo italiano sventola ai quattro venti gli ultimi dati Istat strombazzando che l’Italia è finalmente fuori dalla recessione, grazie al fatto che l’economia italiana è cresciuta nel 2015 di un misero 0,6%, dopo un quinquennio di contrazione del Pil, i mercati borsistici di tutto il mondo hanno fatto registrare il peggior inizio anno della storia finanziaria del moderno capitalismo. Il crollo degli indici azionari delle principali piazze borsistiche mondiali nelle prime sei settimane dell’anno in corso è stato nettamente il peggiore tra quelli finora registrati, ancor più negativi di quelli fatti registrare nel 1931 e nel 2009,  gli anni immediatamente successivi alle due grandi crisi finanziarie del 1929 e del 2008.

Leggi tutto/Read more...
 
Xu Lizhi, Giulio Regeni, così lontani, così vicini PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Lozito   
Mercoledì 06 Aprile 2016 20:10

morte_delluomoCome è stato possibile uccidere un giovane studente impegnato solo a studiare dei fenomeni sociali? Come è possibile far morire dei giovani operai massacrandoli con lo sfinimento del lavoro alla catena di montaggio? Le domande ne inducono un'altra. Quanto vale la vita umana oggi di fronte alle superiori necessità dell'economia capitalistica? Quanto vale per i signori che possiedono il capitale, la vita e la dignità degli uomini?


Xu Lizhi, 24 anni, era un operaio cinese della Foxconn, morto suicida nel 2014 per il super sfruttamento e l'alienante lavoro alla catena di montaggio. Giulio Regeni, 28 anni, un brillante studente italiano della prestigiosa università di Cambridge, assassinato al Cairo dopo sette giorni di indicibili torture inflittegli da efferati assassini solo perché si occupava di studiare i movimenti sindacali di base egiziani.

Leggi tutto/Read more...
 
La coscienza come essere cosciente. Praxis e theoria PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario Lupoli   
Lunedì 18 Aprile 2016 11:30
vranicki-_fotoIl testo che presentiamo di seguito, in inedita traduzione italiana, è del filosofo croato Predrag Vranički, scomparso nel 2002. Si tratta di un breve saggio apparso nel 1965 su Praxis, che proponiamo come contributo alla precisazione di alcuni termini chiave dell'impianto teorico comunista, in particolare attorno al tema della “coscienza” come “essere cosciente” e al rapporto teoria-prassi.

Con ciò non suggeriamo un'acquisizione in toto del pensiero di Vranički, per molti, essenziali versi profondamente distante dall'orientamento del nostro lavoro; tuttavia, privi delle preoccupazioni di coloro che surrogano le identità con le etichette, pensiamo possa entrare a pieno titolo in una ampia e diversificata “cassetta degli attrezzi” per comprendere e trasformare il mondo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Aprile 2016 12:07
Leggi tutto/Read more...
 
Tutti insieme appassionatamente contro l’Isis. E tutti l’uno contro l’altro armati PDF Stampa E-mail
Scritto da Giorgio Paolucci   
Lunedì 25 Gennaio 2016 20:16

E’ la fame di plusvalore, della linfa di cui si sostanzia il capitale, che spinge tutti contro tutti, non la Bibbia, il Vangelo o il Corano.

Siria_Morte“Ohiohi la guerra. Ma se ti trovi dentro, odiala con chiarezza.

Lo stesso a raccontarla. E ci vuole lo stesso coraggio”

(G. Angioni – Sulla Faccia della terra -Ed. Feltrinelli – il Maestrale)

Contro il sedicente Stato Islamico di Siria e Iraq (Isis, Isi o Daesch che dir si voglia) si è ufficialmente costituita la più grande coalizione della storia moderna contro uno stesso nemico. Dopo la strage di Parigi, alla Russia -in campo già da qualche tempo a sostegno del siriano Assad – si sono uniti, in difesa della civiltà liberale, la Francia e quasi tutti i maggiori paesi del cosiddetto Occidente. Una sorta di santa alleanza a cui, subito dopo il massacro di Bamakoo in Nigeria, si è aggiunta, capeggiata dall’Arabia Saudita e in difesa dell’Islam cosiddetto moderato, una seconda colazione composta da 34 paesi, tutti sunniti come peraltro lo stesso Isis.

Ultimo aggiornamento Martedì 26 Gennaio 2016 06:20
Leggi tutto/Read more...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 5