Intervista a Loren Goldner PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 01 Marzo 2015 18:25

Pubblichiamo un’intervista rilasciata da Loren Goldner a una radio di Oviedo (Asturie), sulle violenti proteste seguite all’uccisione, il 9 agosto dello scorso anno, del giovane nero Michael Brown a Ferguson negli Stati Uniti.

Goldner, che vive a New York, è uno fra i più attenti osservatori di scuola marxista del mondo americano. E’, fra gli altri, autore del volume Capitale fittizio e Crisi del Capitalismo apparso in Italia nel 2007 per le edizioni Pon Sin Mor ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).

Nell’intervista Goldner, seppure con la necessaria sintesi che un’intervista impone e per di più rilasciata in spagnolo, una lingua che non è la sua, risale alle origini del razzismo  in America svelandone il suo contenuto fortemente classista. In particolare, il  suo essere il prodotto di una scelta consapevole della borghesia americana per introdurre nel seno del proletariato  uno fra i più subdoli strumenti di divisione e contrapposizione dei lavoratori fra loro,  in quanto fondato su un pregiudizio ideologico artatamente costruito.

Ultimo aggiornamento Domenica 01 Marzo 2015 18:33
Leggi tutto/Read more...
 
L’attacco a Charlie Hebdo PDF Stampa E-mail
Scritto da Giorgio Paolucci   
Mercoledì 28 Gennaio 2015 16:38

Ossia la vittoria dell’oppio e del capitale. Che come sempre vanno a braccetto.

Lo descrivono come uno scontro di civiltà fra l’Islam radicale e l’Occidente. Il primo, espressione di un mondo retrogrado, intollerante e violento e il secondo, il regno della democrazia, della libertà, dell’eguaglianza e della tolleranza.

La narrazione è talmente convincente che a Parigi, e un po’ ovunque in tutti i paesi dell’Eldorado occidentale, si sono ritrovati proletari e borghesi, governati e governanti di destra e di sinistra, a milioni a manifestare contro l’attacco condotto da una cellula, di non si sa ancora bene quale organizzazione islamista, contro la redazione del giornale satirico Charlie Hebdo. E altri milioni, sull’altro versante, manifestano ancora oggi   contro l’oltraggio che, secondo loro, Charlie Hebdo avrebbe recato alla loro religione.

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Gennaio 2015 09:30
Leggi tutto/Read more...
 
Manifestazione FIOM a Napoli PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio Noviello   
Martedì 25 Novembre 2014 09:31
comizioResoconto a margine dello sciopero indetto dalla Federazione dei lavoratori Metalmeccanici a Napoli, dopo quello della settimana prima a Milano contro la politica del lavoro che sta perpetrando il governo Renzi. Corteo condiviso con un gruppo di lavoratori di Battipaglia che stanno vivendo un periodo nero tra cassa in solidarietà e assenza di stipendio da svariati mesi, oltre alle nefaste premesse per il futuro con una fabbrica in ginocchio, sotto tutti i punti di vista.

Partiamo per Napoli dalla città della Piana del Sele abbastanza in orario. Più o meno siamo quelli di sempre e sul bus ci conosciamo quasi tutti. Nel comprensorio, le fabbriche in crisi o chiuse sono tante: Peroni, Paif, Alcatel, BTP Tecno, Treofan, Fos; oppure nella vicina Buccino, la zona industriale è composta più da fabbriche sigillate o con i lavoratori in cassa che da quelle in attività.

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Novembre 2014 10:59
Leggi tutto/Read more...
 
E’ uscito il n. 9 di DemmeD’ PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 22 Gennaio 2013 00:00

DMD_copertinaN9_thumbSommario:

Piacevolezze del moderno imperialismo: un poligono di tiro chiamato mondo di Gianfranco Greco

Classe, coscienza e potere (II parte) di Mario Lupoli

La comunizzazione tra teoria e prassi, idealismo ed evanescenza di Carmelo Germanà

Il gruppo Krisis e il soggetto automatico capitalista di Lorenzo procopio

I limiti e le prospettive del conflitto sociale nell’epoca del computer e del lavoratore libero che di Giorgio Paolucci

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Gennaio 2015 14:09
 
Lo stato a due dimensioni PDF Stampa E-mail
Scritto da Giorgio Paolucci   
Giovedì 23 Ottobre 2014 12:53

Tratto da Prometeo n. 10/1995

2dimensioniL’idea che vorrebbe lo stato soccombente allo strapotere del capitale alla luce di una più attenta valutazione critica risulta semplicemente falsa. Così come tutti i precedenti passaggi da una fase all’altra del capitalismo hanno avuto come levatrice lo stato borghese anche il passaggio dalla multinazionalizzazione alla mondializzazione poggia sul ruolo attivo e determinante dello stato a ulteriore conferma della sua natura classista.

Introduzione

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Ottobre 2014 20:08
Leggi tutto/Read more...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 8